Il Mangostano e le sue proprietà

Probabilmente avrai già letto qualcosa ma forse non ti ha ancora convinto o magari hai ottenuto qualche informazione parlando con gli amici o leggendo qualche rivista.
Beh, posso anticiparti che non ho alcuna intenzione di essere ripetitivo.

Non voglio convincerti di nulla, non voglio venderti alcun prodotto affermando che le sue proprietà benefiche e curative siano senza eguali. Il mio compito, come informatore, è solo quello di spiegarti quali sono le proprietà del mangostano.

Il mangostano, anche se probabilmente già lo saprai, è un frutto. Le varie popolazioni lo usavano per qualunque cosa: problemi intestinali, cura di gengiviti, tonico e addirittura tagliato a fette e posto su una parte dolorante (ma non si usava la bistecca?).

Sì, difficile contare gli svariati usi del mangostano da parte delle tribù indigene, ma credo che questo sia di poco rilievo visto che può portarci su un’unica direzione: confonderti le idee!

Il mangostano ha solo la proprietà di combattere lo stress ossidativo e ostacolare i processi infiammatori presenti nel tuo organismo.

Personalmente non sono a conoscenza che possa fare altro.

Il frutto del mangostano può avere favolose proprietà antiossidantiQuindi, se in questo momento non hai alcuna infiammazione in atto e il tuo livello di stress ossidativo è sotto controllo, allora, è inutile che tu continui a leggere. Se vuoi saperne di più, invece, ti consiglio di leggere qualcosa sugli...

ATTENZIONE: Se sai già tutto sul mangostano e vuoi provare i suoi effetti benefici, allora scopri di più sulla purea di mangostano.

Hai trovato questo articolo interessante? Allora clicca su...

Estate: 6 motivi per abbuffarsi di anguria!

Postato il 17/07/2014

Nulla rimanda all'estate come una grande, rossa e succosa a anguria. Dolce e dissetante, è il simbolo dell'estate, e piace davvero a tutti! Ma nel cocomero c'è molto di più che tanto gusto... Sapevi ad esempio che l'anguria è ricca di fitonutrienti, vitamine A e C, potassio, e vitamina B6? 

Ecco perchè l'anguria non è solo una gustosa merenda estiva, ma un vero alleato del nostro benessere:

1) L'anguria contiene un sacco di licopene, un antiossidante utilissimo per la lotta contro le malattie cardiache e il cancro alla prostata. I pomodori sono di solito considerati come la maggior fonte di licopene, eppure non tutti sanno che bisogna cuocerli in poco olio per non perderne le proprietà; l'anguria invece non ha bisogno di cottura ovviamente, perciò mantiene intatte le proprietà ed il licopene contenuto non viene perso. Ecco perchè il frutto estivo arriva a fornirci fino al 40% in più di antiossidanti rispetto ai pomodori.

2) Una bella fetta di anguria fornisce quasi il 50% della quota giornaliera raccomandata di vitamina C. Non l'avresti mai detto vero? Ed in estate abbiamo bisogno di ancora più vitamina C per compensarne le perdite causate dalla sudorazione.

3) Combattere le infezioni: riempi due tazze con pezzi di cocomero (magari seguendo una delle due ricette qui sotto)... ed ecco che hai almeno un quarto della quantità giornaliera raccomandata di beta-carotene, elemento  che il corpo utilizza per produrre vitamina A. E ricorda che carenze di beta-carotene possono lasciarti vulnerabile alle infezioni virali e  provocarti problemi alla vista.

4) L'anguria è una delle rare fonti alimentari di citrullina, un aminoacido usato nella guarigione delle ferite e nella divisione cellulare; gustati pure il succo d'anguria ma tieni presente che c'è maggior citrullina nella parte bianca e verde, che è anche la parte che molti di noi buttano via. Come fare dunque? Con le scorze si può fare un'ottima confettura, oppure è possibile provarle sott'aceto.

5) L'anguria è una buona fonte di potassio, che aiuta a controllare la pressione sanguigna (e quindi, indirettamente, a tenere a bada i danni da stress!), a mantenere muscoli attivi ed in buona salute, ed a combattere la sposssatezza estiva.

6) Ci sono meno di 100 calorie in una grossa fetta d'anguria, d'altra parte il suo alto contenuto di liquido ti fa sentire piena in breve tempo. Ecco perchè il cocomero rappresenta una merenda estiva ideale, alternativa sana e gustosa ai ben più grassi biscotti - o peggio- a snack salati e fritti.

6 alimenti amici dell’abbronzatura

Postato il 05/07/2014

Certo, in diverse regioni d'Italia il tempo non è ancora stato clemente coi patiti della tintarella. Ma è proprio giunto il momento di abbronzarsi, che sia sul balcone di casa, in spiaggia o semplicemente in piscina!
E siccome non amiamo le lampade e ci piace la tintarella naturale, non possiamo che suggerirvi gli alimenti che più favoriscono l'abbronzatura: 

 

1) Il pomodoro, ricco di licopene, aiuta la pelle a combattere i danni dai raggi ultravioletti: abbronzatura si, ma sicura! In effetti, un gruppo di dermatologi britannici ha scoperto che mangiare pomodori, o concentrato di pomodoro, può davvero ridurre il rischio di subire danni alla pelle derivanti dai raggi UV. 

2) Carote: sono le più popolari quando si parla di abbronzatura! Sappiate che non è vero che "accellerano" l'abbronzatura nel vero senso della parola; piuttosto, se ne consumate in quantità sufficiente, rilasciare un pigmento che è visibile sulla pelle chiamato beta-carotene. Si trova una varietà di alimenti, ma i più comuni sono le carote, insieme a pomodori, zucca, albicocche.  Il betacarotene protegge tutte le superfici dell’organismo, il suo consumo è particolarmente indicato per prevenire gli effetti dell’invecchiamento e una sua carenza provoca secchezza della pelle e delle mucose e può portare alla rottura delle unghie, alla presenza di capelli fragili ed opachi, alla difficoltà nella cicatrizzazione delle ferite e a una possibile fragilità delle ossa. Fondamentale per la produzione da parte del nostro corpo della melanina, il betacarotene ci aiuta quindi a rispondere in maniere pronta all'azione abbronzante dei raggi solari.

3) I peperoni contengono un alto livello di provitamina A che aiuta la vostra pelle a produrre melanina e ad abbronzarsi quindi più intensamente. Sono inoltre tra le verdure con il più alto contenuto di vitamina C, e sono ricchi di sali minerali: entrambi aiuteranno il vostro organismo a resistere senza problemi al calore ed alla disidratazione provocata dalla spiaggia.

4) Il melone: frutto estivo per eccellenza, è ricco di acqua e di zuccheri di pronta assimilazione che idratano, dissetano e danno energia senza appesantirci. Il melone contiene un’altra percentuale di sali minerali (tra cui ferro, fosforo, sodio e calcio) e in particolare di potassio, che ripristina le scorte idriche perdute a causa della sudorazione e del caldo estivo. Infine, anche il melone, come i peperoni, è ricco di vitamina C: prepara la pelle all’esposizione ai raggi solari e la proteggono dagli eritemi, dai radicali liberi e dalle scottature.

5) Albicocche: vi siete mai chiesti perchè le albicocche sono il frutto che immediatamente precede la stagione estiva? E' un frutto altamente digeribile, ipocalorico e ricco di fibra contenente soprattutto beta-carotene, e svolgono quindi tutte le funzioni che abbiamo sservato parlando delle carote. Una chicca in più? Sappiamo che il beta-carotene produce vitamina A. Ebbene, il corpo ha bisogno solo di una certa quantità di vitamina A, perciò la quantità in eccesso viene "portata" dal nostro corpo sulla pelle, che assume così un aspetto più dorato. Insomma, un autoabbronzante naturale ed a costo zero!

6) Le pesche sono ricche di zinco, un sale minerale che tra le diverse funzioni ha qualle di regolare la produzione di sebo, che nella stagione estiva potrebbe causare una maggiore tendenza a sviluppare inestetici brufoli sulla pelle. Anche le pesche inoltre favoriscono la produzione di melanina, velocizzando il processo di abbronzatura. Inserendo le pesche nella propria dieta alimentare la pelle tornerà ad essere non solo abbronzata ma anche liscia, elastica ed idratata.

 

5 vegetali ricchi di ferro

Postato il 25/06/2014

Se sei vegetariano, conoscerai le obiezioni che ti pongono gli onnivori ogni giorno. Tra le più popolari sono le preoccupazioni riguardo il tuo livello di ferro. Certamente il ferro è un minerale essenziale perché contribuisce alla produzione di emoglobina che trasporta ossigeno nel sangue.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che la carenza di ferro sia uno dei disturbi alimentari più diffusi nel mondo: bassi livelli di di questo prezioso minerale nel corso di un lungo periodo di tempo possono portare a sintomi includono mancanza di energia, mancanza di respiro, mal di testa, irritabilità, vertigini, perdita di peso. 

Ma solo perché non mangi carne non significa che tu sia più soggetto ad anemia rispetto ad un onnivoro. Osserva quest'immagine:

 

Insomma, il radicchio ed i legumi, a parità di quantità (100 gr), contengono più ferro di un petto di pollo o di un filetto di manzo. Li supera solo il fegato... ma, onestamente, quanti mangiano correntemente il fegato? 

Vediamo quali sono invece i 5 cibi vegetali più ricchi di ferro (le quantità sono per 100 grammi):

1. Spirulina (28,5 mg) – è una delle fonti vegetali più ricche di ferro. Si può mangiarla cruda unita ad insalate, si può frullarla, oppure essiccarla per farne una spezia a  ridotto contenuto di sale.

2. Cacao (14,3 mg) – ecco un’ottima scusa per concederti una squisita cioccolata calda fatta in casa! Ovviamente si parla del cacao puro, non dei prodotti raffinati "a base di" cioccolato trattato ed unito a chili di zucchero.

Semi di sesamo (10,4 mg) , difficilmente ne assumerai 100 grammi, ma tienili sempre presente quando prepari un'insalata, mangi uno yogurt o prepari il pane fatto in casa.

Cannellini (10,4 mg) è ricco di ferro come del resto tutti i legumi. Anche le lenticchie sono particolarmente indicate se si soffre di carenza di ferro.

Germe di grano (10 mg) – si trova in commercio sotto forma di “scagliette” (ricorda il lievito alimentare), puoi aggiungerlo alle insalate, alle verdure, alla pasta, allo yogurt. L’importante è usarlo sempre a crudo.

 

Ok, ma di quanto ferro abbiamo bisogno giornalmente? Ecco cosa raccomanda la Food and Nutrition Board presso l'Istituto di Medicinastatunitense:

Neonati e bambini
• Meno di 6 mesi: 0.27 milligrammi al giorno ( mg / die )
• 7 mesi a 1 anno : 11 mg / die
• 1 a 3 anni : 7 mg / giorno
• 4 a 8 anni : 10 mg / die

uomini
• 9 a 13 anni : 8 mg / die
• 14 a 18 anni : 11 mg / die
• Età 19 anni e più : 8 mg / die

donne
• 9 a 13 anni : 8 mg / die
• 14 a 18 anni : 15 mg / die
• 19-50 anni: 18 mg / die
• 51 e più anziani : 8 mg / die

Insomma, se osservi una dieta varia ed equilibrata non ti sarà poi così difficile assumere le giusti quantità di ferro. Tieni presente infine i seguenti suggerimenti per ottenere il massimo di ferro dal cibo che mangi ogni giorno:

- Abbina i cibi ricchi di ferro con gli alimenti che contengono vitamina C , che aiuta il corpo ad assorbire questo prezioso minerale.
- Evita o limita tè e caffè, poiché contengono composti chiamati polifenoli, che possono rendere più difficile l'assimilazione di ferro.
- Il calcio ostacola l'assorbimento del ferro; evita cibi ricchi di calcio per una mezz'ora prima o dopo aver mangiato cibi ricchi di ferro .
- L'acido contenuto negli alimenti sembra attirare più ferro se cotto nelle pentole in ghisa. Ad esempio, prepara la salsa di pomodoro in una pentola di ferro, il suo contenuto aumenterà... strano ma vero! 

Curarsi col cibo: 5 alimenti medicinali

Postato il 18/06/2014

Se segui questo blog da diverso tempo, probabilmente saprai già che gli alimenti che mangiamo quotidianamente possono avere innumerevoli proprietà benefiche: conosciamo diversi cibi antiossidanti, cibi antidepressivi, amici dell'intestino e così via. In effetti, spesso sottovalutiamo l'importanza curativa del cibo: abbiamo una vera e propria farmacia naturale e senza controindicazioni in dispensa, e continuiamo ad andare in farmacia anche per il disturbo più lieve.

Pensaci, preferisci curarti oggi, con del cibo sano e naturalmente amico del tuo benessere, o curarti domani, con farmaci che dovranno debellare malattie in corso anche a costo di provocare ulteriori danni e controindicazioni?

 

 In particolare ci sono alcuni alimenti che, più di altri, funzionano come vere e proprie medicine per l'organismo:

1. Aglio

Un bulbo di aglio fresco non dovrebbe mai mancare nella tua cucina. L'aglio infatti è ricco di zolfo, un minerale che aiuta a liberare il corpo dalle tossine; è inoltre dimostrato che è in grado inoltre di ridurre il colesterolo cattivo ed i trigliceridi. L'aglio infine è un prezioso alleato nel trattamento di ipertensione e dell'arteriosclerosi.
Per massimizzarne i benefici, aggiungine circa mezzo spicchio fresco nel tuo prossimo pasto. L'aglio assunto crudo produce maggiori benefici rispetto, ma se non riesci a mangiarlo così, prova a tritarlo e ad aggiungerlo ad esempio nel sugo alla fine del processo di cottura.
Tieni presente infine che come ogni cibo, l'aglio perde molto del suo valore nutritivo nel tempo.

2. Verza

Grazie ai fitonutrienti in essa contenuti, tra cui flavonoidi e cartenoidi, la verza è senza dubbio uno dei migliori alimenti nella prevenzione contro il cancro.  La verza è anche apprezzata per le sue proprietà anti-infiammatorie. 
La verza, ed in generale, molti cibi appartenenti alla famiglia del cavolo, sono inoltre eccezionalmente ricche di calcio.
Essendo un ortaggio particolarmente deloicato, è spesso cosparso di pesticidi, quindi, se possibile, compralo organico. 

 3. Cannella

Hai problemi a mantenere i livelli di zucchero nel sangue sotto controllo? Allora la cannella non dovrebbe assolutamente mancare nella tua dispensa. Aggiungila allo yogurt, al pane tostato per la prima colazione, o come un compagno per una cena gustosa. La cannella è anche di grande aiuto nella digestione.

4. Olio di Cocco

Questo olio tropicale ha una cattiva reputazione a causa del suo alto contenuto di grassi saturi, in realtà è costituito da una tipologia di grassi più prontamente disponibili per l'uso sotto forma di  energia. D'altra parte, stimola il metabolismo, migliora la salute del cuore, ed aiuta il sistema immunitario. Perchè farne a meno dunque?
Si potrebbe ad esempio usarlo per cuocere a fuoco alto perché rimane stabile e non si ossida come l'olio d'oliva.

5. Zenzero

I benefici dello zenzero sono innumerevoli: questa radice potente ha la capacità di disintossicare, migliorare la circolazione e agire come un antibiotico. Uno dei vantaggi più pubblicizzati di zenzero, tuttavia, riguarda una ricerca dei suoi effetti sull'artrite. Lo zenzero, in presenza di artrosi e reumatismi, ridurrebbe diversi problemi legati all'infiammazione, tra cui gonfiore e dolore alle articolazioni. 

Vegetariano in Cina: 10 piatti per sopravvivere!

Postato il 11/06/2014

Ok, il titolo  è un po' forte, del resto i vegetariani che si avventurano in paesi stranieri non sempre hanno vita facile. La Cina è forse uno dei paesi in cui chi non mangia carne può trovarsi davvero in alto mare, non solo per l'oggettiva difficoltà  nel reperire cibi che non siano a base di pollo (uno dei cibi più utilizzati, e che alcuni cinesi considerano adatto ai vegetariani!), o piatti vegetali cotti in brodo di carne. Anche la lingua è una barriera dura a resistere, specialmente nei villaggi minori, in cui quasi la totalità della popolazione non parla inglese.

Ma sopravvivere da vegetariano, e persino gustare i sapori cinesi, è possibile: ecco perchè secondo me i vegetariani non devono temere cucina cinese. Certo, i tratti salienti della cucina cinese spesso includono ingredienti a base di carne come pollame, maiale, manzo, e intestini, zampe di pollo, teste di pesce. Eppure i piatti cinesi vegetariani sono altrettanto deliziosi e abbondanti.

Innanzitutto dai un'occhiata alla guida mangiare vegetariano in viaggio. Impara (o trascriviti e porta sempre con te) le frasi in cinese "no carne " (不要 肉búyào ROU) e "Io sono un vegetariano" (我 吃素, wǒ Chisu ), in modo che i ristoranti non infilano piccoli pezzettini di carne o gamberetti in un piatto a base di verdure, come sono soliti fare - nella cultura cinese, che ha storicamente sopportato fame e povertà, la carne è simbolo di abbondanza ed è un segno di attenzione verso il cliente completare ogni piatto con carne e pesce.

Infine, ecco una lista di gustosi piatti cinesi vegetariani (assicurati sempre che non siano cotti in brodo di pollo e che lo chef non aggiunga pezzettini di carne). La fotografia ti aiuterà a riconoscerlo laddove il menu sia scritto solo in cinese.

1 . Arachidi e spinaci (花生 菠菜Huasheng bōcài )
Provenienza: tutta la Cina
Ingredienti: arachidi , spinaci, aglio
Livello di piccantezza: basso (può essere piccante se utilizzano radice di wasabi )

chinese-spinach

2 . Mapo Tofu (麻 婆 豆腐Mapo dòufǔ )
Provenienza: Sichuan
Ingredienti : tofu , carne di maiale macinata (chiedi che sia senza carne) , peperoni , salsa di soia , zenzero , scalogno , aglio
Livello di piccantezza: medio

Mapo_doufu_by_ayustety_in_Tokyo

3 . Buddha Delight (罗汉 斋Luóhàn Zhai )
Provenienza: Shandong
Ingredienti : diverse verdure, aglio, sale , a volte uovo e gamberetti (richiedi senza uova o carne ) , funghi , tofu
Livello di piccantezza: basso

s_Delight

4 . Verdure verdi con funghi (香菇 青菜Xianggu Qingcai )
Provenienza: Fujian
Ingredienti: Bok Choy cavolo , funghi , aglio , salsa di soia , sale
Livello di piccantezza: 0

vegetable with mushroom

5 . Patate, peperoni verdi e melanzane (地 三鲜Di San Xian)
Provenienza: Northeastern China
Ingredienti : patate saltate , peperoni verdi , melanzane , zenzero , cipolle , aglio , salsa di soia
Livello di piccantezza: basso

02-di-san-xian-1

6 . Pomodori e uova (西红柿 炒蛋xīhóngshì chǎo jidan )
Provenienza: tutta la Cina
Ingredienti : pomodoro, uovo, sale, cipolle verdi
Livello di piccantezza: 0

tomatoes eggs

7 . Broccoli e aglio (蒜蓉 西兰 花suànróng xīlánhuā )
Provenienza: tutta la Cina
Ingredienti : tofu , carne di maiale macinata (ovviamente chiedere niente carne ) , peperoni , salsa di soia , zenzero , scalogno , aglio
Livello di piccantezza: medio

pan-seared-brocolli-with-garlic

 

8 . Zuppa d'alghe e uovo (紫菜 蛋花汤zǐcài dànhuātāng )
Provenienza: tutta la Cina
Ingredienti : uova, alghe , gamberetti essiccati (chiedi di escluderli) , acqua , olio di sesamo , sale
Livello di piccantezza: 0

seaweed and egg soup

9 . Chilli saltati in padella (辣椒 炒 土豆Lajiao chǎo tǔdòu )
Provenienza: Sichuan
Ingredienti : stoppini di patate , peperoni , sale, salsa di peperoncino , pepe di Sichuan
Livello di piccantezza: medio

stir fried potatoes

10 . fagioli verdi fritti (干 煸 四季豆gānbiān sìjìdòu )
pronuncia:
Provenienza: Sichuan
Ingredienti : fagiolini, pepe Sichuan , peperoni, cipolline
Livello di piccantezza: medio-alto


stir fried green beans